ACCORDO DELLE PARTI SOCIALI SULLA PROROGA DELLE PRESTAZIONI SANI.IN.VENETO COVID-19

Vista la difficile situazione causata dal perdurare della diffusione pandemica, il 25 Gennaio le Parti Sociali dell’artigianato veneto hanno deliberato in favore del rinnovo delle misure legate al Covid19, sia per SANI.IN.VENETO che per EBAV.

Per quanto riguarda SANINVENETO, le Parti hanno confermato per il 2021 il rimborso già disposto a beneficio dei datori di lavoro, in regola con i versamenti, dei costi sostenuti per l’acquisto e la fornitura ai dipendenti dei dispositivi individuali di sicurezza e di altri dispositivi di protezione dagli agenti biologici, nello specifico:   

  • mascherine protettive delle vie respiratorie (chirurgiche, ffp2, ffp3)
  • guanti di protezione
  • occhiali e visiere protettive
  • disinfettanti, gel per l’igienizzazione delle mani e altri detergenti adatti

Il contributo per le spese 2021 sarà pari al 50% di quanto sostenuto, con un tetto massimo di 60 euro per ogni dipendente già iscritto al momento della presentazione della domanda allo sportello.

E’ confermato per il 2021 anche il contributo per:

  • L’acquisto di termometri a distanza e/o monouso e/o altri idonei, pari al 50% della spesa con un tetto massimo di 80 euro per azienda
  • Le spese sostenute dal datore di lavoro per l’effettuazione, da parte di personale sanitario, di saggi diagnostici legati al Covid
  • Le spese sostenute dai singoli lavoratori che, su base volontaria, si siano sottoposti a saggi diagnostici legati al Covid

Le prestazioni saranno erogate sino a copertura delle risorse stanziate. La decorrenza dell’intervento è dal 1° gennaio 2021 fino al 30 giugno 2021.

Permane invece fino al 30/04/2021 la possibilità di richiesta di contributo per fatture 2020, secondo il parametro di 30 euro fissato originariamente.

PER INFORMAZIONI E PER PRESENTARE LA DOMANDA DI RIMBORSO E’ POSSIBLE RIVOLGERSI AGLI SPORTELLI DI CONFARTIGIANATO IMPRESE MARCA TREVIGIANA